Mentoplastica correzione del mento

La Mentoplastica è quella tecnica di chirurgia estetica del viso, che interviene per correggere sia in aumento che in riduzione, il profilo e le assimmetrie del mento. L’intervento si esegue sia sull’uomo che sulla donna e si divide principalmente in Mentoplastica additiva e Mentoplastica riduttiva, poi ci sono altri interventi che ricadono sotto questo nome ma sono eseguiti per correzione di assimmetrie o per la migliore profilazione del viso.

La Mentoplastica additiva si esegue quando si ha un mento piccolo e poco pronunciato oppure sfuggente e consiste nell’inserimento di una apposita protesi al fine di aumentarne le proiezione e riequilibrare le proporzioni del mento. Queste protesi vengono inserite incidendo quello che si chiama solco sottomentoniero oppure incidendo il fornice sottogengivale e sono realizzate prevalentemente in elastomero di silicone.

mentoplastica
La Mentoplastica o correzione del mento

La Mentoplastica riduttiva invece si esegue quando si deve ridimensionare un mento troppo evidente e sporgente, prevede la smussatura dell’osso mandibolare con l’utilizzo di apposite frese e consente di dare una nuova armonia ed equilibrio al volto.

Come si svolge l’intervento di Mentoplastica

In tutti e due i casi l’intervento ha una durata di un’ora circa e viene eseguito in day hospital, consentendo al paziente la maggior parte delle volte di tornare a casa la sera stessa e solo in alcuni casi il giorno dopo. Durante il decorso postoperatorio per la mentoplastica viene consigliato al paziente di parlare il meno pssibile per escludere problemi con i punti di sutura, gli stessi saranno tolti dopo circa una settimana.

Il dopo intervento nella mentoplastica

Verranno apposti dei cerotti elastici e anche una mentoniera, in questo periodo di convalescenza è importante il massimo riposo, per escludere eventuali complicanze che sono comunque rare come delle infezioni o edemi che sono in ogni caso perfettamente tenute sotto controllo con medicinali.

Altri rischi invece si possono presentare nel caso che il chirurgo non sia stato attento e abbia compromesso delle terminazioni nervose facendo perdere sensibilità nella zona del mento. Questo si può prevenire affidandosi ad un chirurgo di provata esperienza nell’intervento di mentoplastica.