Lifting Facciale Ritidectomia

Sentiamo spesso parlare genericamente di Lifting facciale, questo procedimento chirurgico si chiama in realtà ritidectomia o ritidoplastica e viene conosciuto anche come lift facciale.

Lo scopo del Lifting facciale è quello di attenuare ed eliminare le rughe dalla zona del collo e del volto ottenendo un ringiovanimento armonico del viso. Questo intervento fa parte di quella classifica dei dieci interventi estetici più richiesti e diffusi, eseguiti da più di cento anni ed affinatisi nel tempo fino ai nostri giorni, raggiungendo risultati ottimi grazie ai progressi sia delle tecniche che dei materiali.

lifting facciale ritidectomia cosce naso
Lifting al viso, alle cosce al naso

L’intervento di Lifting facciale, richiesto sia dalle donne che dagli uomini è in grado di far sembrare più giovani proprio nella parte del volto, sempre in primo piano, con risultati ottimi e duraturi nel tempo.

Il Lifting facciale da risultati naturali e duraturi?

Se il chirurgo che esegue il lifting è bravo, si ottengono risultati molto naturali e anche le cicatrici risultano pressochè invisibili in quanto occultate dall’attaccatura dei capelli, specie nella donna cha ha di solito capelli più lunghi, ma anche nell’uomo.

Purtroppo con il passare degli anni, anche nel viso più bello la pelle si rilassa e si formano delle rughe, anche di espressione e la forza di gravità fa il suo lavoro, evidenziando le cosiddette zampe di gallina intorno agli occhi, aumentando le rughe sulla fronte e rendendo cadente e rilassata la pelle della zona del collo.

Come viene eseguito l’intervento di lifting facciale

L’intervento di lifting facciale o ritidectomia viene eseguito attraverso delle incisioni fatte sotto l’attaccatura dei capelli per renderle il meno visibili possibile, poi il chirurgo controlla la situazione e lo stato della struttura sottostante, effettuando il riposizionamento dei muscoli e anche dei riempimenti di grasso dove necessari, per rimodellare il viso, infine la pelle viene tirata verso la nuova posizione e infine vengono suturate le incisioni fatte con graffette e punti e anche con l’ausilio di speciali adesivi.

I tempi di esecuzione di tale intervento, variano da una mezzora fino a circa un’ora o poco più, verranno applicati dei drenaggi per consentire il deflusso di liquidi in eccesso, durante il decorso postoperatorio rientra nella normalità un certo gonfiore delle varie zone del viso interessate, con disagi abbastanza ridotti e controllabili tramite antidolorifici.

All’intervento possono essere aggiunte altre procedure, meno invasive e complementari come per esempio la Blefaroplastica (chirurgia delle palpebre), le iniezioni di filler che contribuiscono a ridare al viso i volumi perduti con gli anni e anche le iniezioni di Botox (botulino) per coadiuvare l’intervento di lifting.