Rischi degli impianti dentali

alcuni rischi degli impianti dentaliRischi degli impianti dentali: gli impianti dentali sono dei dispositivi estremamente utili per correggere malfunzionamenti del nostro apparato orale.

Grazie all’evoluzione tecnologica e alle ricerche compiute nel corso degli ultimi decenni, le tecniche di implantologia dentale sono oggi in grado di rispettare standard qualitativi molto elevati, andando così a sminuire qualsiasi pericolo di complicazione o di pregiudizio o ancora peggio dei rischi degli impianti dentali.

Nonostante quanto sopra, può accadere – ancora oggi – che un impianto dentale possa produrre delle conseguenze ben sgradite. Di certo, il rischio più grande degli impianti dentali è il loro rigetto: in altri termini, e con le dovute semplificazioni, è come se il nostro corpo non accettasse di buon grado l’impianto, e lo rifiutasse.

Quali sono i principali rischi degli impianti dentali?

Rischi degli impianti dentaliIn queste ipotesi, pur rare, l’impianto potrebbe non allinearsi al resto della bocca, andando a muoversi e, addirittura, staccarsi. Si noti comunque che l’eventuale rigetto dell’impianto dentale avviene nell’arco dei primi 10 – 15 giorni: pertanto, superato questo “scoglio” temporale, non dovrebbero più esserci dei problemi di sorta.

Possono esserci infezioni tra i rischi degli impianti dentali?

Un altro dei principali rischi degli impianti dentali è invece quello delle infezioni. In questo caso, il pericolo è soprattutto quello che il dentista, durante le fasi chirurgiche di impianto, non segua alla lettera tutte le indicazioni sanitarie.

Si pensi all’utilizzo di uno strumento chirurgico che è stato infettato da elementi esterni, o ancora all’ambiente non pulito nel quale viene effettuato l’intervento: proprio per tale motivo, un buon studio dentistico dovrà utilizzare strumenti monouso, e garantire sempre la massima igiene della sala in cui si va ad operare.

Tra i rischi degli impianti dentali c’è anche il dolore?

Terzo tra i grandi rischi degli impianti dentali è quello della lesione dei nervi. Può accadere infatti che nell’inserimento dell’impianto si vada accidentalmente a toccare uno o più nervi: in questo caso il paziente avvertirà dei dolori piuttosto significativi, uniti a una sensazione di intorpidimento della zona, eventualmente estesa anche alla gengiva, alle labbra o alle guance.

Un nuovo intervento chirurgico si renderà pertanto necessario per rimuovere il vecchio impianto (troppo grande, o inserito erroneamente) e sgonfiare l’infiammazione.

Rivolgendovi ad un esperto e capace dentista per implantologia dentale, minimizzerete il rischi degli impianti dentali e riavrete uno smagliante sorriso.